News

News

Leggi tutte le ultime novità

 
comunicato
23/03/2020
Emergenza COVID-19: misure a sostegno delle imprese e dei liberi professionisti

Sistemi-pagamento PAGINA IN CONTINUO AGGIORNAMENTO PER RECEPIRE NOVITÀ, NUOVE DISPOSIZIONI E PROVVEDIMENTI

Sostegno alle imprese - D.L. 23/2020 "Liquidità"

Il DL Liquidità (Decreto Legge 8 aprile 2020 n. 23, convertito dalla legge 5 giugno 2020 n. 40) ha modificato le regole e le condizioni previste per l’accesso al Fondo centrale di garanzia per le PMI.
L’obiettivo è consentire alle imprese di accedere a nuova liquidità grazie alla garanzia del Fondo per poter sostenere i costi del personale, il capitale circolante e per preservare gli investimenti. 

L’articolo 13 del testo ha abrogato l’articolo 49 del DL Cura Italia.  

Soggetti beneficiari:

  • Microimprese, piccole e medie imprese (PMI) nonché imprese con numero di dipendenti non superiore a 499.
  • imprese del settore agricolo e della pesca (le garanzie sono rilasciate da ISMEA).

Dal 9 aprile fino al 31 dicembre 2020 sono in vigore le seguenti misure:

  • garanzia diretta al 90% per i nuovi finanziamenti con durata massima 72 mesi. L’importo delle operazioni non può superare:
  • il doppio della spesa salariale annua del beneficiario (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell’impresa ma che figura formalmente nel libro dei subcontraenti) per l’anno 2019 o per l’ultimo anno disponibile;
  • il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento (attestazione dell’impresa ai sensi del DPR 445/2000) nei successivi 18 mesi (in caso di PMI) o 12 mesi (se impresa fino a 499 dipendenti).
     
  • il 25% del fatturato totale del richiedente nel 2019;
  • per imprese caratterizzate da cicli produttivi ultrannuali, i ricavi delle vendite e delle prestazioni, sommati alle variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti per l’anno 2019.

Tale garanzia può essere cumulata con ulteriore garanzia concessa da confidi per le imprese con ricavi fino a 3.200.000 di euro che autocertifichino di aver subito danni a seguito dell’emergenza Covid-19. In questo caso la garanzia può raggiungere la copertura del 100% ma l’importo massimo garantito non può superare il doppio della spesa salariale annua ovvero il 25% del fatturato totale del richiedente.

  • garanzia diretta all’80% per i nuovi finanziamenti senza limite di durata e di importo. Tale garanzia può essere cumulata con ulteriore garanzia concessa da confidi anche raggiungendo la copertura del 100%;
  • garanzia diretta all’80% per i nuovi finanziamenti concessi a fronte di rinegoziazioni purché prevedano un credito aggiuntivo all’impresa in misura pari almeno al 25% dell’importo del debito accordato in essere del finanziamento oggetto di rinegoziazione;
     
  • garanzia diretta al 100% per i nuovi finanziamenti, in favore di piccole e medie imprese e di persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, di associazioni professionali e di società tra professionisti nonché di agenti di assicurazione, subagenti di assicurazione e broker la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza Covid-19. L’importo massimo garantito non può superare il doppio della spesa salariale annua ovvero il 25% del fatturato totale del richiedente e comunque non può essere superiore a 30.000 euro, con durata massima di 120 mesi e almeno 24 mesi di preammortamento. 

L’importo massimo garantito per singola impresa è stato innalzato da 2,5 a 5 milioni di euro. 

La concessione di tutte le operazioni di finanziamento, assistite dalle suddette garanzie del Fondo, resta nell’autonoma discrezionalità di ciascuna Banca.

trasparenza icona download  Scarica il modulo di richiesta di agevolazione
trasparenza icona download  Scarica il modulo di richiesta attivazione delle misure di sostegno finanziario fino a 30.000 euro

Cosa fare per presentare la richiesta:

  • rivolgiti alla tua filiale previo appuntamento telefonico

oppure

  • invia i documenti debitamente compilati via email alla tua filiale di appartenenza

oppure

  • invia i documenti debitamente compilati via PEC all'indirizzo 08969.bcc@actaliscertymail.it specificando la tua filiale di appartenenza e allegando:

    • Documento di identità e codice fiscale; 
    • Ultimo bilancio depositato in camera di commercio oppure ultima dichiarazione fiscale presentata

oppure

INFORMATIVA

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni economiche e contrattuali consultare il foglio informativo, disponibile anche presso le filiali della Banca. La vendita dei prodotti e servizi presentati è soggetta all'approvazione della Banca.

Sostegno alle PMI - D.L. 18/2020 “Cura Italia”

Il Governo, con Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020 “Cura Italia”, ha disposto nuove misure di sostegno economico per lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

  • Per i prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020 i contratti sono prorogati fino al 30 settembre 2020 alle medesime condizioni, previa presentazione di richiesta;
  • Per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso sino al 30 settembre 2020 e il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, previa presentazione di richiesta.

Le PMI danneggiate dall’epidemia da COVID 19 che presentano un finanziamento in essere alla data del 31 gennaio 2020 possono accedere alle seguenti iniziative ai sensi dell’Addendum all’Accordo per il Credito 2019 dell’ABI che estende la misura “Imprese in Ripresa 2.0”:

  • sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate di mutuo (chirografario/ ipotecario) di durata superiore a 18 mesi (medio-lungo termine), anche se agevolati o perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie; 
  • sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale dei canoni di operazioni di leasing (nel caso di leasing immobiliare) ovvero per 6 mesi (nel caso di leasing mobiliare); 
  • allungamento della durata dei mutui per un massimo del 100% della durata residua del piano di ammortamento;
  • allungamento fino a 270 giorni delle scadenze del crediti a breve termine;
  • allungamento per un massimo di 120 giorni delle scadenze del credito agrario di conduzione ex art. 43 del TUB, perfezionato con o senza cambiali.

trasparenza icona download  Scarica la richiesta di sospensione
trasparenza icona download  Scarica l'autocertificazione di PMI
trasparenza icona download Scarica l'autocertificazione di riduzione del fatturato

Cosa fare per presentare la richiesta:

  • rivolgiti alla tua filiale previo appuntamento telefonico

oppure

  • invia i documenti debitamente compilati via email alla tua filiale di appartenenza

oppure

  • invia i documenti debitamente compilati via PEC all'indirizzo 08969.bcc@actaliscertymail.it specificando la tua filiale di appartenenza 

oppure

FAQ_MEF_TAB